Sono sempre le scelte che facciamo


pizap-com14815497335461Sono sempre le scelte che facciamo senza ragionarci troppo su che influenzano negativamente il nostro futuro. Sono quelle scelte non sempre dettate dal cuore, ma le conseguenze della nostra rabbia che timbrano e modificano il nostro ego, (da ciò che realmente vorremmo), in ciò che per forza di cose e di noi stessi “facciamo”. L’orgoglio è la parte principale delle scelte. Orgoglio, non dignità. Sono due cose distinte, che siamo abituati a classificare come elementi che formano un insieme indivisibile. Ma se interpretate bene hanno significati diversi: la dignità come valore morale e l’orgoglio come stima eccessiva di se.

— Raffaella Frese ©

E poi ti dicono che sei egoista


14993414_1139376029473894_7313159046512424929_n-1, quando ferito e deluso “pensi solo a te stesso”. Quando, amareggiato per aver donato il cuore, ricevi in cambio solo disprezzo e ipocrisia. Egoista, penso proprio di no! Il mio detto recita così: penso ora a me stesso, perché in precedenza nessuno ha pensato a me. Non penso che questo sia egoismo, penso che sia solo una “consapevolezza” acquistata dall’esperienza negativa, di una realtà troppo evidente e contorta. “In questo tempo imprescindibile di una vita austera”.

— Raffaella Frese ©

La vita! Cos’è davvero la vita?


 

bicicletta

La vita! Cos’è davvero la vita? Momenti intensi di emozioni che molte volte, grazie al nostro auto distruggerci, sbiadiscono, frantumandosi come foglie secche in balia del vento. La vita. Cambiamenti emblematici che ci portiamo dentro, frustrazioni che non riusciamo a debellare. Delusioni che non riusciamo a superare. Amore\odio che non riusciamo a decifrare. La vita un insieme di “amare e dolci fragranze”, che inconsciamente, non riusciamo a discernere nel momento opportuno. La vita, un insieme di Piccoli Dettagli chiamati (altruismo\bontà\empatia), che molte volte fanno la differenza tra vita e inerzia.

cit di Raffaella Frese

A volte ci si congeda dall’esprimere cosa abbiamo nel cuore,


pizap.com14815497335461.jpg

A volte ci si congeda dall’esprimere cosa abbiamo nel cuore, soltanto perché chi abbiamo di fronte sembra freddo e disinteressato. Disincarnato nel sentire cosa abbiamo da dire; allontana e svende la nostra importanza…E Allora la tristezza proferisce la cura: (il silenzio alla parola). Si preferisce abbassare lo sguardo e arricchire il mare tempestoso che dimora nell’animo oramai deluso.

Copyright reserved © di Raffaella Frese

Alla fine molti preferiscono la solitudine


12985361_1105161656193330_4488344110475691579_n

Alla fine molti preferiscono la solitudine, il silenzio, invece del frastuono del provare, del rischiare. Preferiscono la solitudine, perché pensano di aver dato abbastanza.Ma nulla è mai abbastanza per la strada della felicità. Nulla è mai troppo per trovare ciò che ci fa stare bene e rasserena la nostra anima. Nulla, neppure l’auto convincersi che arrendersi è l’unica soluzione che porta pace nel nostro cuore. La solitudine non è un ancora di salvezza , ma un vortice che conduce al nulla.

di Raffaella Frese