Puoi chiamarla Arte


10553427_906415326041783_3558629956378734478_nPuoi chiamarla Arte
Puoi chiamarla poesia
Io la chiamo Bellezza;
Quando si guarda Oltre ogni Apparenza
Puoi scorgere tutto quello che si cela dietro a ciò che Appare…

Annunci

Un giorno mentre m’accingevo a guardare l’infinito tra i viali della vita


11262379_884646791574140_6839187153677646639_n

Un giorno mentre m’accingevo a guardare l’infinito tra i viali della vita, scorsi un suono. Una voce in lontananza chiamava il mio nome. Domandandomi curiosa, perché ti ostini a percorre strade tortuose e impervie che nessuno oserebbe percorre mai???!! Perché sei così dannatamente caparbia nell’inseguire quella vana speranza che nessun folle oserebbe neppure pronunciare??? “IO” Mutevole ma coerente con indosso il coraggio, corazzata di voglia di vivere con la perseveranza tra i mantelli dell’anima Risposi; poiché è la speranza che mi tieni in vita, poiché io credo in me, più di quanto creda nell’abbandonare, poiché le motivazioni sono più delle rinunce, poiché amo la vita, amo i miei figli, non conosco altro modo per arrivare in cima, se non quello di aggrapparmi alla speranza, quella speranza che si chiama domani. Domani… il senso di ciò che viviamo oggi.

Cit di Raffaella Frese

Ho sempre cercato qualcosa in cui credere.


10171124_933534219996560_2816572434193360725_n

Ho sempre cercato qualcosa in cui credere. Anche quando credere è stata solo una sconfitta. Ho sempre aperto il cuore a nuove speranze, anche quando “le speranze” sembravano vane. Ho sempre creduto e saputo che se hai qualcosa per cui combattere, il domani non ti sembrerà insignificante e scialbo, ma acquisterà nuovo volto e nuova identità; perché nulla sarà vano… e l’impossibile non resterà indifferente alla volontà di non mollare. Diventerà a sua volta (coraggio) che tapperà le falle della vita.

[Raffaella Frese] © ®™

E poi ti dicono che sei egoista


12647177_1005996526105832_2391368608881855142_n.jpg

E poi ti dicono che sei egoista, quando ferito e deluso “pensi solo a te stesso”. Quando, amareggiato per aver donato il cuore, ricevi in cambio solo disprezzo e ipocrisia. Egoista, penso proprio di no! Il mio detto recita così: penso ora a me stesso, perché in precedenza nessuno ha pensato a me. Non penso che questo sia egoismo, penso che sia solo una “consapevolezza” acquistata dall’esperienza negativa, di una realtà troppo evidente e contorta. “In questo tempo imprescindibile di una vita austera”.

— Raffaella Frese ©

Immagina la tua vita come fosse un libro.


sorriso-500x374-500x374

Immagina la tua vita come fosse un libro. Immagina che i capitoli siano l’insieme dei tuoi anni, suddivisi in certezze e indecisioni. Dove i cambiamenti man mano ingialliscono le pagine già scritte perché già vissute. Immagina che i paragrafi siano i tuoi giorni che a volte per forza di cose non vengono vissuti fin in fondo. Immaginati come una strofa, un verso che scorre a rima, ma che se non sa far combaciare le parole, stona! stona e quel sistema metrico è tutt’altro che regolare. Quel ritmo di soavi melodie cessa. Ecco, Immagina che tu sia le parole dell’intero libro, immagina che tu sia le strofe, sia le rime, sia i capitoli, fa sì che questo libro che leggeranno anche gli altri dopo di te, sia interessante, ricco, coinciso e armonioso. Fa sì che chi legga rimanga affascinato da questo capolavoro, fa sì che il tuo libro rimanga inciso nei cuori, ancora e ancora… solo così, la tua vita avrà il codice a barre con su scritto (eternità)!.

di Raffaella Frese

Vi può sembrare strano


 

15107429_1153389148072582_751878823941885194_n

Vi può sembrare strano, il modo in cui la consapevolezza rende schietta la veridicità dei fatti. Ma, il nostro collegamento a qualcuno di superiore è qualcosa che va oltre le nostre capacità di riflessioni, di intenzioni, di saggezza, qualcosa che va oltre la vita stessa. Vi può sembrare strano, posso sembrarvi (INGENUA) oppure superficiale…. ma Siamo collegati a Dio come un computer è collegato in rete e la nostra connessione con lui è la fede, quella fede che si muta in speranza e ci aiuta a superare momenti difficili e catastrofici.

Copyright reserved ©di Raffaella Frese

Sai cosa mi scoccia?


14572844_1102394393130407_402297794506224643_n

Sai cosa mi scoccia? Mi scoccia che puoi avere mille valori, mille qualità, puoi essere la più dolce e buona del mondo, che le persone guarderanno sempre altro, apprezzeranno sempre altro. Sai perché? Perché la vita è folle ed ingiusta, perché la figlia del disastro è l’incomprensione di non saper apprezzare il giusto. Un valore autentico, che non teme confronto.

cit di Raffaella Frese Copyright reserved ©