C’è stato un tempo che stupidamente perdonavo tutto,


19113858_1487568981285927_2472732800678639766_n

C’è stato un tempo che stupidamente perdonavo tutto, dando troppa fiducia a chi non lo meritava. Non ara perché non capivo il torto subito, ma la mia ingenuità e bontà mi portava nel credere che forse quel torto subito era dipeso anche da me, con qualche mia mancanza. Ma non era così, ed ora che il mio letargo è finito a prescindere dall’abito e da tutto, sono più restia e più attenta nel fidarmi nel donare l’anima, il cuore e la fiducia. Perché ad un certo punto inevitabilmente smetti di capire chi non vuole essere capito, smetti di ascoltare chi non vuol essere ascoltato, smetti di perdonare chi ti fa sentire colpevole, smetti e cambi perché hai sfoderato gli artigli e hai recuperato la fiducia in quello che sei.

cit di Raffaella Frese

Siamo abituati a misurare con il metro delle nostre convinzioni le emozioni degli altri


9908bd6ebed8b778c0c60b7dd8a2ec03

Siamo abituati a misurare con il metro delle nostre convinzioni le emozioni degli altri, i loro sentimenti, le loro mancanze, le loro scelte, il loro dolore e gioia. Siamo abituati a dare giudizi troppo affrettati senza riflettere e senza avere troppa sensibilità e tatto, puntiamo il dito e giudichiamo secondo ciò che sentiamo noi. Ma non siamo tutti uguali, ognuno percepisce e agisce in modo diverso. E non è detto che se per me va bene una cosa deve andare bene per forza anche ad un’altra persona. Viviamo le nostre sensibilità in modo diverso, ma è giusto così. Ci vorrebbe più sensibilità e più tatto nel toccare il cuore di un’altra persona, meno egoismo, e più rispetto. Ci vorrebbe più altruismo e Quel metro di menefreghismo scomparirebbe nella superficialità delle nostre convinzioni.

Copyright reserved © di Raffaella Frese

Regalati del tempo


 

14192155_559686304239857_2299716631599001110_n.jpg

Regalati del tempo, regalati più tempo. Regala tempo a chi ne fa richiesta. Il tempo passa e se non lo vivi in maniera piena e autentica cosa resta? Resta, Solo un pugno chiuso e tanta amarezza. Regalati del tempo, e senza riserve, dona, dona tempo a chi l’arcobaleno è da una vita che non lo ammira, non per tempo o per concetti legati a chi o a che cosa, ma perché ciò che lo circonda è abbastanza complicato.

Copyright reserved © di Raffaella Frese

La scelta più difficile da portare a termine è,


11951288_1026446700744940_5450818824391813793_n

La scelta più difficile da portare a termine è, quando vuoi restare ma per forza maggiore devi proprio  andare. Andare non dove ti porta il cuore, ma dove la ragione ha la prevalsa sui tuoi sogni.

cit di Raffaella Frese