Guarda oltre il recente passato


Guarda oltre il recente passato, guarda al domani, oltre l’infinito! Alza la testa, asciuga i tuoi occhi, accendi lo sguardo con un sorriso e cammina…cammina con passo sicuro, con sguardo fiero per la via che ora hai scelto, non farti abbattere dagli altri.. riaccendi la tua anima con la speranza di poter riascoltare la vita con la virtù della tua forza…con la tua voglia di non mollare mai…sii orgogliosa di essere donna, di essere quello che sei..vai prendi i tuoi sogni e avverali…prendi i tuoi giorni e trasformali in un magnifico ed unico capolavoro…Raffaella Frese

Arriva un momento che


Arriva un momento che non riesci più a sopportare la pesantezza di alcune parole. E ti stanchi di ascoltare, ti stanchi di dare inutili approvazioni. Certe parole cercano giustificazioni, mentre rivangano spettri che avevi chiuso nell’armadio del passato. Stanco di essere sempre un qualcosa di scontato, abbassi lo sguardo e annuisci mentre ti allontani. Consapevole che tu sei più importante di tutte le ragioni, di tutte le ragioni che hai percorso, di tutte le parole che sono state pronunciate. Sei più importante della superficialità che ti aleggia intorno, sei più importante della fiducia che riponi negli altri. Arriva un momento, che le parole che ascolti sono solo parole, perché la fiducia che avevi nel loro significato, ora è scaduta, perché l’hai persa. E ora ambisci solo alla vetta che meriti, quella che nelle delusioni hai deciso di raggiungere, per te, perché tu vali, perché tu lo meriti, perché sei più forte, perché il dolore ti ha donato coraggio e il coraggio ti ha mostrato la strada da percorrere.

Raffaella Frese

Sai cos’è Importante???


Sai cos’è Importante??? …Importante sono le cose semplici, importante è alzarsi al mattino con il sorriso nel cuore. Importante è la consapevolezza che dopo la pioggia uscirà di nuovo il sole. Importante sono le persone che dimostrano di tenerci a te. Sono i gesti spontanei, i sorrisi sinceri, le carezze dell’anima. Sono le parole che ti danno sostegno e conforto nei momenti difficili. Sono le mani tese di chi ti da coraggio e riparo senza indugio nella capanna umile della sua esistenza. cit. di Raffaella Frese

Un giorno capirai


Un giorno capirai che nonostante ti sia impegnato e stra impegnato a raggiungere obbiettivi sempre più alti e appaganti, ti sentirai sempre così, così dannatamente fragile. Fragile come vaso di cristallo, che a un primo brusco impatto si frantuma in mille pezzi. Ti sentirai vuoto, perché capirai che non è quello che raggiungi nel sociale a farti grande e completo, non è quello a farti sentire sereno e appagato, ma quello che semplicemente riesci a raggiungere in fondo all’anima aprendo il cuore. Li, nel profondo dove luci e suoni si perdono in un pacifico silenzio, c’è la parte che ognuno di noi custodisce gelosamente, quella più vera, che molte volte ci spaventa. Senza ascoltare l’anima, senza aprire il cuore, non si potrà mai conoscere e conquistare il mondo, non si potranno mai raggiungere vette maestose, senza che la fragilità e il dolore non calpestino la dignità che custodiamo dentro. Un giorno capirai che, i risultati materiali non ti faranno grande e attraverso loro non potrai mai assaporare la serenità morale, perché la grandezza la trovi in te scrutando nel profondo. Di Raffaella Frese

Rammaricata mi affretto


Rammaricata mi affretto a conoscere più a fondo la vita e, anche se ho paura della penombra che mi avvolge, percorro ugualmente i viali di questa vita che, tinti da personalità ondeggianti, svolgono un ruolo importante come bandiere che seguono la direzione del vento. Inconsciamente non sanno che mi permettono di conoscere più a fondo ciò che mi circonda, aiutandomi a capire l’incoerenza che abita in ogni essere. Mi concedono l’onore di scalare (anche essendo piccola agli occhi del mondo) il grattacielo della consapevolezza, aggrappandomi sempre di più alle solide radici che io le chiamo “me stessa”, “speranza”.
cit di Raffaella Frese

Il tempo è


Il tempo è un indefinito prima e dopo. Un’indefinita trama di un racconto narrato senza direzioni, dove il cambiamento si chiama riconoscere il domani da ciò che è già stato, dandogli la giusta quantità di ottimismo e comprensione. di Raffaella Frese

Raffaella Frese

Dovrei essere (abituata)


15056495_1148461435232020_3205649416075050176_n.png

Dovrei essere (abituata) alle indifferenze delle persone. Dovrei essere abituata al loro egoismo e menefreghismo. Ma ancora oggi il marcio mi disgusta e non riesco proprio a far finta che le loro divergenze, sono come una bandiera alla mercé del vento (in questo caso alla merce della loro convenienza). Dovrei essere abituata al grezzo del loro disprezzo, dovrei essere abituata alla loro peculiarità… ma certe persone non le capirò mai. Non mi abituerò mai all’inadeguatezza dei loro gesti e delle loro pugnalate.

Copyright reserved © di Raffaella Frese

 

Un giorno la luna urlo la sua disperazione,


spiga-1. [downloaded with 1stBrowser]

Un giorno la luna urlo la sua disperazione, talmente forte da svegliare tutto il mondo. Tra le lacrime in lontananza l’ombra della vita rispose; compagna di viaggio, dolce amica, è da molte vite che ci teniamo compagnia, datti forza, non crollare proprio adesso! La luna con voce tremolante rispose: lontano da qui abbandonai il mio cuore, lo donai all’unico essere che lo avrebbe avuto in cura. Ma ora non so stare senza lui, Il suo nome è amore. Ecco la mia disperazione, senza cuore, senza amore c’è solo dolore in queste notti così lunghe che non passano mai.

di Raffaella Frese

Sai come si chiama quella parola che uccide il rancore?


12974317_1103059129736916_6124104377652025840_n (1)

Sai come si chiama quella parola che uccide il rancore? Quella parola che molti fa finta di non ricordare; si chiama perdono! E’ una parola semplice, per niente complicata. Ha rinchiuso in se la magia di riavvicinare, unire , coccolare chi ha il coraggio di oltrepassare i propri concetti e seppellire il proprio orgoglio.

cit di Raffaella Frese