Sai quando la sensibilità ti atterrà???


19059974_1483922718317220_6853340503137223375_n

Sai quando la sensibilità ti atterrà??? Quando lasci troppo il cuore in balia degli altri, nelle onde dove naviga anche l’egoismo. Allora sai che devi fare? Prendi il timone della tua vita, tienilo saldo tra le tue mani e senza dare spiegazioni, inverti la rotta. Non andare dove ti porta il vento, dove la comodità ha tutt’altro nome che dignità. Rema, rema forte, rema più forte che puoi, contro la corrente degli eventi, contro il turbine della superficialità, tieni saldo il cuore al tuo petto, e usala come arma per configgere chi non ha capito niente della vita e non ha il coraggio di cavalcare le onde, ma si accontenta di essere trasportato dove il vento lo conduce.
cit di Raffaella Frese

Molti errori si commettono perché il nostro cuore


19059189_1486931298016362_9065316564328388454_n

Molti errori si commettono perché il nostro cuore non riesce a trattenere l’amore che è rinchiuso in esso. E nella convinzione che gli altri siano come noi, nella convinzione che gli altri provino ciò che proviamo noi ; imbocchiamo strade a senso unico, dove è solo il nostro sentimento a proseguire, spegnendo tristemente la nostra anima, perdendoci in vortici senza uscita.

cit di Raffaella Frese

Si di che l’omissione di soccorso, è reato,


 

19030242_1485822504793908_2851403745220398276_n (1)

Si di che l’omissione di soccorso, è reato, perché non lo è anche l’omissione di amore? Far finta o deviare un amore, quale effetto di positività può donare a chi lo pratica???. Nulla più è Il coraggio che manca e di conseguenza la freddezza prende il sopravvento e dettata da un orgoglio primordiale ed indistinto si avvale dell’indifferenza. E…Certi gesti restano incastrati nell’insignificante paura di perdere, perdere poi cosa; l’idea di poter essere felici???

cit di Raffaella frese

Molte volte vorrei essere proprio come tanta gente “menefreghista”


pizap-com14878629326311

Molte volte vorrei essere proprio come tanta gente “menefreghista”. Vorrei pensare più a me stessa! Invece sono sempre qui a trovare parole di conforto, sono sempre qui ad ascoltare mentre altri non mi ascoltano. Ma non importa. Non mi piace usare gli strumenti del silenzio, non mi piace sentirmi migliore. Non mi piace il mantello del presunto buonismo, mi piace innalzare la mia anima ad un livello che va oltre, dove l’oltre; le ragioni tacciono ed è il cuore che decide. E il qualunquismo è solo una parola.

di Raffaella Frese

Chi sono io?


 

pizap.com14829172143291.jpgChi sono io? Sono una persona che non si arrende, una che combatte, una che sorride anche se ha le lacrime nel cuore. Sono una persona che crede nei valori della vita e l’apprezza, perché sa che prima o poi qualcosa di ancora più bello capiterà senz’altro. Sono quella che non chiede aiuto e si rialza da sola, perché crede in sé stessa. Sono quella che, viene delusa milioni di volte e milioni di volte riesce a perdonare, perché son così, forse troppo ottimista e credulona, ma non mi vergogno perché da ciò traggo la speranza per andare avanti. Ecco chi sono! Sono una con tanti difetti, ma con tanta voglia di osare, perché la vita è di chi osa.

Copyright reserved ©di Raffaella Frese

Natale è alle porte ma quest’anno la vena di festeggiamenti è un po’ scarsa


 

14102612_1076119002466264_2608377579639464956_n

Natale è alle porte ma quest’anno la vena di festeggiamenti è un po’ scarsa per chi ha la tristezza nel cuore, per chi non riesce a superare la perdita della mancanza. Il dolore è costante, e le lacrime non si possono nascondere al mondo. La tristezza è purtroppo una compagna di viaggio (INSOSTENIBILE) quando lo sguardo vaga nel cielo e non cessa a diminuire e ritornare al presente. Natale è alla porta e voglio augurare a tutti quelli che hanno un angelo nel cielo, che hanno il cuore a pezzi, che quell’albero chiamato tristezza, dolore, disperazione venga annientato con l’albero della serenità, dell’amore, quello dei cari che non lasceranno mai la mano di chi ne chiede sostegno. Le lacrime scenderanno sempre, ma come si dice; purtroppo, la vita continua, per questo in qualche modo dobbiamo dare rispetto ad essa, amando noi stessi e i cari che ci amano, dandoci forza. Nel dolore non ci sono vincitori né vinti, ci sono solo coraggio lacrime e consapevolezze.

di Raffaella Frese Copyright reserved ©

A te cuore impavido


14141606_1076190672459097_4805175226929573967_n.jpg

A te cuore impavido che tra mille tempeste non esiti a combattere, a te che con saggezza sai muovere agilmente l’anima senza turbarla, in questi detriti di intrisa malinconie e indifferenza. A te cuore impavido che dalla consapevolezza della mia vita, hai saputo diffondere in me quell’autostima e rispetto, non solo per me stessa ma per chi mi si presenta di fronte. A te che ha saputo regalarmi quella voglia di eccedere nell’arricchire i valori dell’esistenza, facendomi muovere passi fermi e sicuri in questo buio che non cessa a diminuire. Dico grazie. Grazie. Dico Grazie alla tua sicurezza, grazie alla tua speranza, grazie perché ora so muovere passi sicuri nel mondo, senza esitare ed avere paura. Sai; Ignoravo di avere tale forza, ignoravo che l’esperienza della vita regala tanta saggezza, ignoravo che solo riconoscendo i meriti alla vita, le macerie scompaiono e le ombre diminuiscono. Perché la vita è un dono meraviglioso e meraviglioso è comprenderlo. Grazie.

Copyright reserved © di Raffaella Frese