Non avere paura di volare


donna-che-vola-arancione

Non avere paura di volare, se volare significa amare\apprezzare\rispettare. Non avere paura. Ma se per qualche stano motivo dovessi avere paura, Fa si che le tue paure siano la forza per ritrovare te stesso\a. A volte capita di perdersi negli errori che stupidamente commettiamo, ma non per questo non possiamo volare alto e riscoprire la bellezza della vita, nel raccogliere, ascoltare, comprendere ed elaborare non solo le nostre convinzioni. Ecco I valori  che donano il coraggio, in questo frammento di disordine esistenziale chiamato (egoismo)!

cit di Raffaella  Frese

Annunci

Magari un giorno,


 

22089892_1480117875437599_3812697461755831901_n.jpg

Magari un giorno, la gentilezza regalerà certezze che ora sconosciute vagano nei ruoli di perfezione, che, molti, la maggior parte, hanno adottato. Finzione ecco il ruolo che la vita nella fragilità della nostra esistenza, ci cuce addosso. E umana concessione essere fragili, ma è anche un dovere togliere le maschere e nel coraggio di ciò che siamo, vivere davvero, amando la vita stessa e tutto ciò che la rappresenta, tutto ciò che la forma e l’arricchisce; senza riserve.

di Raffaella Frese

Il disegno della vita è una dimensione che va oltre la capacità di comprensione.


10502052_890986907606795_4575942884314753947_n-1.png

Il disegno della vita è una dimensione che va oltre la capacità di comprensione. Può sembrare ingiusto, giusto, ma non è detto che non disegni la realtà che chiamo “conformità disarmante” di un percorso o cammino che per forza maggiore scegli/scegliamo!!!.  Il disegno della vita, completa e marca solitarie dimensioni che hanno trame sconosciute, sfaccettate in continua evoluzione. Hanno possibilità, personalità, profondità, hanno occasioni prese al volo ma che puntualmente luoghi comuni azzerano….

Cit di Raffaella Frese

Ho sempre cercato qualcosa in cui credere.


10171124_933534219996560_2816572434193360725_n

Ho sempre cercato qualcosa in cui credere. Anche quando credere è stata solo una sconfitta. Ho sempre aperto il cuore a nuove speranze, anche quando “le speranze” sembravano vane. Ho sempre creduto e saputo che se hai qualcosa per cui combattere, il domani non ti sembrerà insignificante e scialbo, ma acquisterà nuovo volto e nuova identità; perché nulla sarà vano… e l’impossibile non resterà indifferente alla volontà di non mollare. Diventerà a sua volta (coraggio) che tapperà le falle della vita.

[Raffaella Frese] © ®™

Siamo destini già scritti


22046398_1857529354263704_3419880926230723641_n

Siamo destini già scritti, segnati nell’oracolo del tempo. Siamo pergamene dal vanto primordiale, timbrate e sfumate dal nostro ardire. Noi vanti e presunzione capaci di cambiare idea e ragionamento. Noi rimpianti e sofferenze, noi scelte, che cambiano le scelte. Siamo le nostre follie e il caos del nostro controllo. Siamo il tutto e niente, la coerenza e incoerenza tra le righe della nostra esistenza, dove pronti ad accettare le nostre conseguenze viviamo ciò che ci è stato assegnato!.
di Raffaella Frese

Scelgo me


10375900_1521058874779990_1576312200861982543_n

Scelgo me, perché in fondo solo io so capirmi, so apprezzarmi e amarmi per quella che sono. Scelgo di essere felice. Di sorridere, e di trovare nuova forza da ciò che sono. Scelgo la realtà invece della finzione. Scelgo la tranquillità e lealtà invece dei compromessi e di quel “arrampicarsi” sugli specchi insipidi e scivolosi. Scelgo me, perché non è mai troppo tardi per essere orgogliosa della vita e di se stessa; essendo tu la tua priorità e la tua unica meta.

— Raffaella Frese ©

E poi ti dicono che sei egoista


12647177_1005996526105832_2391368608881855142_n.jpg

E poi ti dicono che sei egoista, quando ferito e deluso “pensi solo a te stesso”. Quando, amareggiato per aver donato il cuore, ricevi in cambio solo disprezzo e ipocrisia. Egoista, penso proprio di no! Il mio detto recita così: penso ora a me stesso, perché in precedenza nessuno ha pensato a me. Non penso che questo sia egoismo, penso che sia solo una “consapevolezza” acquistata dall’esperienza negativa, di una realtà troppo evidente e contorta. “In questo tempo imprescindibile di una vita austera”.

— Raffaella Frese ©